Lo studio Veronese è specializzato nel rilascio dei visti di conformità fiscale per i lavori di ristrutturazione edilizia (ecobonus, sismabonus, impianti fotovoltaici e colonnine di ricarica), ai sensi del “Decreto rilancio” D.L. 19 maggio 2020.

La norma

La norma di riferimento (D.L. 19 maggio 2020)

Prevede che per gli interventi di efficientamento energetico, riduzione del rischio sismico degli edifici, installazione di impianti fotovoltaici e di colonnine di ricarica elettrica, si può beneficiare di un credito di imposta pari al 110% della spesa sostenuta.
agevolazioni fiscali lavoratori impatriati

Il credito di imposta

Utilizzo diretto

Il credito di imposta del 110% può essere utilizzato direttamente nella propria dichiarazione dei redditi, in cinque quote annuali di pari importo.

Il limite di utilizzo è dato dalla capienza delle proprie imposte, infatti laddove la quota annuale del credito ecceda le imposte dovute, la parte eccedente andrà perduta e non potrà essere utilizzata negli anni seguenti.

Cessione del credito o sconto in fattura

Il credito d’imposta può anche essere ceduto al fornitore stesso oppure ad un istituto bancario, inoltre il credito può essere utilizzato anche mediante lo sconto diretto in fattura da parte del fornitore.

Queste due possibilità permettono al contribuente sia di non sostenere il peso finanziario dell’operazione sia di non perdere il credito qualora si trovi in una situazione di incapienza d’imposta nella propria dichiarazione dei redditi.

Gli adempimenti

Utilizzo diretto

Per l’utilizzo diretto, la norma ha previsto una specifica asseverazione dei lavori effettuati rilasciata da parte di un professionista tecnico, iscritto all’albo ENEA, (Arch., Ing., Geom.). Questa asseverazione dovrà essere depositata all’ENEA da parte del tecnico asseveratore.

Cessione del credito/Sconto in fattura

Qualora il proprietario decida di optare per la cessione del credito d’imposta al fornitore o ad un istituto di credito, la norma prevede due ulteriori adempimenti la cui esecuzione è riservata agli intermediari fiscali abilitati (dottori commercialisti ed esperti contabili), e sono:
  • un ulteriore specifico visto di conformità 110%;
  • una specifica comunicazione di esercizio dell’opzione all’Agenzia delle Entrate. La comunicazione telematica può essere inviata unicamente dal professionista che rilascia il visto di conformità fiscale.
Il dott. Carlo Veronese, dottore commercialista iscritto all’ODCEC (ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili) di Milano è intermediario abilitato presso l’Agenzia delle Entrate, ed è autorizzato a rilasciare il visto di conformità, senza il quale il credito di imposta non può essere ceduto o utilizzato come sconto in fattura. A completamento del servizio, lo Studio Veronese provvede anche all’invio telematico della prescritta comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

Gli onorari

Gli onorari professionali rientrano tra le spese agevolabili

Gli onorari previsti per il rilascio del visto di conformità sono pari al 2% dell’importo del bonus spettante, con un minimo di € 1.500 oltre cassa di previdenza e iva.
Vuoi richiedere un preventivo? Clicca sul pulsante.
Call Now Button